Seleziona una pagina
Lady Dragon di Melissa e Vivienne Westwood

Lady Dragon di Melissa e Vivienne Westwood

Vagando per il web in cerca come sempre di un paio di scarpe da acquistare, mi sono imbattuta nelle Lady Dragon di Melissa e Vivienne Westwood. Che devo dirti, me ne sono innamorata all’istante. Si, lo so, mi innamoro facilmente, ma come poteva non succedere?!

Si tratta di un paio di scarpe completamente in gomma dalla forma retrò e decisamente molto femminile. Non potevo proprio non acquistarle.

Le scarpe Lady Dragon di Melissa e Vivienne Westwood nascono proprio da una collaborazione tra i due brand già dal lontano 2008. Viene definita una delle collaborazioni più durature nel mondo della moda.

Melissa è un marchio brasiliano che produce scarpe e accessori in plastica, mentre Vivienne Westwood è una stilista londinese, nonché esperta di musica, che ha saputo trasformare in moda lo stile punk.

Le scarpe di Melissa e Vivienne Westwood hanno saputo reinventarsi anno dopo anno, collezione dopo collezione, mantenendo uno stile sempre fresco e spiritoso.

Sono realizzate in gomma completamente riciclabile e attenzione, attenzione…profumano di frutta!

Le Lady Dragon di Melissa e Vivienne Westwood sono davvero versatili perché si tratta di un modello intramontabile: il classico modello slingback, che lascia il tallone scoperto, ma sostenuto da un cinturino. La punta è peep toe, ovvero con un’apertura che lascia scoperta solo la punta dell’alluce. Per quanto riguarda i colori e gli accessori applicati sulla tomaia, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Io ho scelto quelle nero opaco con l’orbitale.

Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-1 Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-3

Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-a Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-c

Come calzano le Lady Dragon

Per quanto riguarda la taglia, ho avuto un po’ di difficoltà nel decidere perché il sito non offre molte possibilità per misurare la pianta del piede e non esprime la lunghezza della soletta in centimetri. Per cui mi sono dovuta arrangiare richiamando alla mente formule matematiche e di misurazione astrofisiche applicate alla scienza atomica. A parte gli scherzi, per le scarpe aperte o comunque molto scollate, solitamente acquisto un 36,5, ma in questo caso sul sito ufficiale la proposta era un 35/36 che passava direttamente ad un 37. Mi sono ricordata che le mie infradito Ipanema, sempre made in Brasile, calzano più piccole rispetto alle numerazioni italiane, per cui dovetti acquistare un 38. Quindi ho cercato di fare un ragionamento razionale e alla fine per le Lady Dragon di Melissa e Vivienne Westwood ho deciso di ordinare un 37. Ho fatto bene, perché calzano alla perfezione il mio piede. Quindi, se deciderai di acquistarle anche tu, ti consiglio, nel caso di mezze misure, di considerare mezza taglia in più.

Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-2 Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-5 Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-6 Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-7 Lady-Dragon-di-Melissa-e-Vivienne-Westwood-9

Purtroppo, essendo un modello prettamente primaverile/estivo, non ho avuto molto modo di testarle con le mie lunghe camminate, ma per quel poco che sono riuscita a calzarle, devo dire che mi aspettavo di peggio vista l’altezza del tacco (sono pur sempre 10 centimetri) e il materiale non proprio traspirante. Ti terrò aggiornata appena avrò occasione di portarle più spesso.

Il mio voto a queste scarpe:

aspetto estetico 10

comodità 7, ma aggiornerò il post più avanti

materiali e componenti 8

 

Ti piacciono? Cosa ne pensi?

I 16 tipi di tacco più famosi

I 16 tipi di tacco più famosi

Quanti tipi di tacco ci sono? Tanti quanti i tipi di scarpa! Quando parliamo di tacchi anche a te viene in mente il famosissimo tacco a spillo? In realtà esistono tantissimi tipi di tacchi. Oggi ti mostro quante tipologie di tacchi si possono trovare. Per essere pronta a tutto! O quasi!

I 16 principali tipi di tacco

Banana

Dalla forma inedita e molto morbida il tacco a banana prende ispirazione proprio da…una banana! Pensa un po’. Solitamente hanno un’altezza vertiginosa.

Tipi-di-tacco

 

Campana

Di solito si tratta di un tacco ad altezza media. La superficie di appoggio a terra è più ampia di quella all’attaccatura.

tipi-di-tacco-g

Coda

Si tratta di quel tipo di tacco in cui la suola è un continuum con la parte anteriore del tacco stesso. Infatti, anziché essere rivestita, la parte interna risulta dello stesso materiale della suola. Solitamente è leggermente inclinato verso l’interno e presenta altezze medie che non superano mai i 10 centimetri per una questione di stabilità.

Tipi-di-tacco-d

Cono

Inutile dire che la forma è proprio quella di un cono gelato, quindi molto largo all’attaccatura e molto sottile alla base. Lo puoi trovare principalmente sugli stivali, ma qualche volta anche sui décolleté.

Tipi-di-tacco-5

Cubano

Caratterizzato da una forma semicilindrica e con un’ampia base di appoggio a terra. Utilizzato prevalentemente sulle scarpe da ballo. Molto comodo.

tipi-di-tacco-e

Cuneo

Leggermente arrotondato e incurvato nella parte posteriore del piede.

Tipi-di-tacco-c

Italiano

Sottile e arrotondato, ha una base leggermente più larga del tacco a spillo e quindi risulta più comodo da portare.

Tipi-di-tacco-b

Luigi XV

Tacco dall’altezza medio-alta, deve il suo nome proprio al suo maggior utilizzatore che soleva calzarli già nel diciottesimo secolo.

tipi-di-tacco-f

Quadrato

Questo tipo di tacco presenta la stessa ampiezza per tutta la sua altezza. Molto geometrico e tutto d’un pezzo, conferisce una certa stabilità alla scarpa.

Tipi-di-tacco-4

 

Rocchetto

La base superiore e inferiore sono più larghe della parte centrale, proprio come il rocchetto attorno al quale viene avvolto il filo da cucito. Può variare in altezza, ma solitamente è piuttosto basso. Molto chic e retrò, caratterizza le calzature per una buona base di appoggio che conferisce una certa stabilità.

Tipi-di-tacco-9

 

 

 

Scultura

Si tratta di vero e proprio design applicato alle scarpe. Ne esistono di tutti i tipi e di tutte le forme. Forse i più rappresentativi sono i cosiddetti tacchi gioiello.

Tipi-di-tacco-7

Spillo

Caratterizzato dalla sottigliezza che aumenta dall’attaccatura fino alla base. È il tacco simbolo della femminilità per antonomasia. La base d’appoggio a terra è molto stretta ed è proprio questa caratteristica che lo rende instabile e particolarmente pauroso per chi non sa camminare sui tacchi.

Tipi-di-tacco-a

Stiletto

Partiamo dal più famoso tacco della storia: il tacco a stiletto, da non confondere con il tacco a spillo. Il fautore di quest’arma (di seduzione) è stato Roger Vivier alla fine degli anni ’50. Pensò bene di inserire all’interno del tacco una sottile barra d’acciaio per poterlo rendere ancora più vertiginoso ed esaltare le gambe. Lo ringraziamo e veneriamo, anche se la difficoltà maggiore sta tutta nel saperci camminare, ma questa è un’altra storia.

Il tacco a stiletto è caratterizzato da una base più ampia rispetto al tacco a spillo e mantiene lo stesso diametro tra l’attaccatura e la base.

Tipi-di-tacco-0

 

Texano

Tacco solitamente molto basso e rientrante nella parte posteriore.

Tipi-di-tacco-2

 

 

 

 

Virgola

Ideato da Roger Vivier negli anni ’60 e rivisitato in chiave moderna da molti brand di alta moda. La caratteristica forma è dovuta all’impiego di un pezzo di acciaio incurvato.

Tipi-di-tacco-1

 

Zeppa

Uno dei tacchi più comodi che ci sia perché dotata di una stabilità sorprendente anche se può sfiorare vette inarrivabili. Il tacco infatti è presente su tutta la superficie suola con un’altezza talvolta maggiore sulla parte del tallone. Questo conferisce stabilità.

Tipi-di-tacco-8

Questi sono i principali tipi di tacco che potrai trovare nelle vetrine dei tuoi negozi preferiti, ma non solo. Considera che il mondo della moda e così quello delle calzature, è in continua evoluzione. E chi lo sa se verranno inventati altri tipi di tacco.

Qual è il tuo tipo di tacco preferito?

Lucy di Jimmy Choo

Lucy di Jimmy Choo

Le Lucy di Jimmy Choo sono un vero capolavoro di eleganza e comodità. Un modello che viene riproposto di anno in anno cambiando colori e fantasie. Ne esistono tre versioni: tacco da 10 centimetri, da 8,5 e flat. Impossibile non accontentarti!

 

 

Lucy-di-Jimmy-Choo-d

10 centimetri

Lucy-di-Jimmy-Choo-c

8,5 centimetri

Lucy-di-Jimmy-Choo-g

flat

Le mie Lucy di Jimmy Choo risalgono ad un paio di anni fa, risultato di un regalo di compleanno davvero molto speciale.

La tomaia in tessuto scamosciato, il taglio asimmetrico e il cinturino alla caviglia non hanno bisogno di descrizioni eccentriche e artificiose per farti capire l’eleganza e la finezza che queste scarpe emanano già di per sé. Inoltre la suola in cuoio particolarmente flessibile, rendono le Lucy di Jimmy Choo tra le scarpe più comode del mio armadio, nonostante i 10 centimetri di altezza.

Ho scelto, tra le numerose proposte, il colore grigio chiaro. Un colore che secondo me sta bene con tutto e esula dal solito nero di cui abbiamo gli armadi pieni. È l’acquisto più consapevole che abbia mai fatto.

Lucy-di-Jimmy-Choo Lucy-di-Jimmy-Choo-1

Chi è Jimmy Choo?

Un nome che mi avrai sentito rammentare un sacco di volte. Jimmy Choo, all’anagrafe Jimmy Choo Yeang Keat, nasce nel 1961 in Malesia e il suo cognome è frutto di un errore dell’ufficio anagrafe. La sua famiglia produceva scarpe e Jimmy all’età di 11 anni crea il suo primo paio di calzature. Nel 1983 si laurea al Cordwainers Technical College, università della moda londinese e nel 1989, all’età di 25 anni, apre il suo laboratorio di scarpe nella parte est di Londra, in un edificio di un vecchio ospedale ormai abbandonato. Una delle prime clienti di Jimmy Choo è la principessa Diana e anche grazie a questo Vogue dedicò un articolo di ben otto pagine al giovane stilista emergente. Le sue creazioni cominciarono ad essere richieste in tutto il mondo.

Nel 1996 nasce la collaborazione con Tamara Yeardye Mellon, redattrice accessori di Vogue British. Da questa collaborazione prende vita la Jimmy Choo Ltd e nel 1997 viene aperta a Londra la prima boutique di scarpe firmate Jimmy Choo.

Nel 2000 aprono negozi a Los Angeles e New York e nel 2001 Jimmy Choo vende metà del suo brand per dedicarsi solo alla linea di alta moda. E’ nel 2007 che, per festeggiare i 10 anni dalla creazione del brand, viene lanciata una Vintage Collection per celebrare i 10 modelli più importanti che hanno reso Jimmy Choo famoso in tutto il mondo.

Nel 2011 l’azienda viene acquistata dal Gruppo Labeloux per 600 milioni di dollari. Oggi Jimmy Choo produce anche occhiali, borse e accessori e una linea di scarpe da uomo.

Inutile dirti che le sue scarpe compaiono a più riprese nella serie tv Sex and the City, che ha contribuito a renderle note al mondo intero. Ne sappiamo qualcosa noi shoeaholic.

Lucy-di-Jimmy-Choo-a Lucy-di-Jimmy-Choo-b Lucy-di-Jimmy-Choo-e Lucy-di-Jimmy-Choo-f

Quali sono le tue Lucy preferite?

Le 11 paia di scarpe che tutte le donne dovrebbero avere nell’armadio

Le 11 paia di scarpe che tutte le donne dovrebbero avere nell’armadio

Quali sono le 11 paia di scarpe che tutte le donne dovrebbero avere nell’armadio? Mi sono posta questa domanda qualche giorno fa e ti confesso che non è stato affatto facile scrivere quest’articolo. Il motivo? Semplice! Tutti i modelli sono indispensabili e soprattutto non sono mai abbastanza!

La verità è che, indipendentemente dai gusti personali, ci sono delle occasioni che richiedono un look appropriato. Ti avevo già mostrato come un paio di scarpe può definire il tuo look.

Quindi mi sono spremuta le meningi e ho provato a selezionare le 11 paia di scarpe che tutte le donne dovrebbero avere nell’armadio. Forse può farti comodo un ripassino con la guida ai modelli di scarpe da donna.

Le 11 paia di scarpe che tutte le donne dovrebbero avere e che non possono mancare nel tuo armadio delle scarpe

Decollete

Il decollete nero classico, con tacco basso, medio o alto, non deve assolutamente mancare nel tuo armadio delle scarpe. Ti farà stare bene con qualsiasi cosa deciderai di indossare ed è perfetto per tutte quelle occasioni che richiedono un minimo di formalità.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio

Stivali con tacco basso

Un paio di stivali con il tacco basso sono fondamentali. Che siano modello cuissard o sotto al ginocchio, renderanno ogni tuo look più sportivo e adatto alle occasioni più informali. Io li indosso anche con il tubino nero, simbolo assoluto dell’eleganza femminile fin dai tempi di Haudry Hepburn. Se ami indossare il tubino nero anche quando tutta questa eleganza non è richiesta, prova ad indossare gli stivali con il tacco basso per renderlo più sportivo.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-2

Stivali con tacco alto

Anche se non sei un’amante dei tacchi alti, non puoi non avere un paio di stivali col tacco. Non deve per forza essere vertiginoso, ma alto quanto basta per slanciare un po’ la figura. A me piace indossarli con le gonne plissettate, meno con i pantaloni infilati dentro. Ma comunque possono far comodo per arrivare più in alto. Li uso anche quando devo raggiungere una mensola o un’anta dell’armadio e non ci arrivo da scalza.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-a

Tronchetti o ankle boot

Impossibile non averli nell’armadio. Ti avevo già detto che sono il must have di quest’inverno. Sono versatili in quanto li puoi indossare sia con le gonne che con i pantaloni sia d’inverno che in primavera, lasciando scoperta la caviglia se fa caldo. L’acquisto diventa praticamente obbligatorio visto che come ti giri e giri le vetrine straboccano di tronchetti. Ti consiglio un tacco largo di un’altezza media se vuoi portarli tutti i giorni. Altrimenti opta per il tacco alto e fine. Te ne pentirai dopo i primi 5 minuti che l’avrai indossati.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-9

Sneaker

Utili per quando sei di corsa e hai bisogno di un paio di scarpe che ti permettono di non dover porre attenzione ad ogni passo. Non sono un’amante delle sneaker, ma ammetto di averne diverse paia nel mio armadio delle scarpe. Se non altro le uso anche per andare in palestra (quando ci vado). Sono convinta che mi rendano chiatta. (Forse dovrei andare più spesso in palestra…).

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-7

Sandali comodi

Intendo delle scarpe aperte e comode. Non i soliti sandali con i laccetti fini che stringono e tagliano i piedi, ma quei sandali che puoi decidere di indossare in quelle giornate calde e afose in tutta “easytudine”. Io sono riuscita a trovarle alla veneranda età di 31 anni suonati e ho dovuto optare per la “bruttitudine”. Se sai fare di meglio, ti prego, dimmi dove e come che corro di filata a comprarli.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-8

Mocassini

Capisco che il genere pissero possa non essere di tuo gradimento, ma un paio di mocassini sono praticamente obbligatori e possono risolverti i look più formali. Sai quelle occasioni in cui sei assolutamente costretta a tenere un tono basso, ma decoroso? Oppure quando non hai proprio voglia di farti notare? Oppure vuoi farti un dispetto? Ecco! Proprio quelle!

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-5

Zeppe

Le zeppe sono la scarpa alta e comoda per antonomasia. Devi essere proprio sfortunata per incappare in un paio di zeppe scomode. Certo, qualche volta possono avere i loro punti deboli come ad esempio potrebbero stringere sulle dita nel caso delle open toe, ma generalmente sono confortevoli. A me piacciono molto in abbinamento con i pantaloni cosiddetti a zampa di elefante o con i pantapalazzo.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-3

Oxford

O le Derby sono indispensabili per creare quei look molto casual dal tocco maschile. In effetti nascono come scarpe da uomo. Sono sportive, ma molto chic e versatili. Infatti è incredibile come riescano a trasformare un look sportivo in un qualcosa di chic e viceversa. Mi piace indossarle con camicia e pantaloni a sigaretta, ma anche con i jeans e la felpa. Sono praticamente magiche!

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-4

Anfibi

Li adoro e quindi secondo me sono indispensabili a prescindere. Da calzare con gonne o pantaloni, sono sempre fighi.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-1

Slingback

Vietatissimo non avere un paio di scarpe modello slingback nel proprio armadio. Se ancora non ce l’hai dovresti subito acquistarne un paio. Madame Coco ne sarebbe fiera! Per me rappresentano l’eleganza per eccellenza. Sono uno status simbol, un evergreen, un must have assoluto che da oltre 60 anni (Coco Chanel le ideò nel 1957) fa battere forte il cuore di noi donne. Assolutamente versatili, riusciranno a dare un tocco di eleganza, raffinatezza e femminilità a tutti i tuoi look.

Le-10-paia-di-scarpe-che-tutte-le-donne-dovrebbero-avere-nell-armadio-b

I 9 brand extra lusso che tutte sogniamo

I 9 brand extra lusso che tutte sogniamo

L’autunno è arrivato e dobbiamo fare il conto con le scarpe che abbiamo nell’armadio. Non so voi, ma io ho proprio voglia di fare nuovi acquisti per l’autunno e l’inverno. E allora perchè non andare a curiosare tra i brand più famosi e cari che ci sono? Perchè non farsi del male sognando di avere ai piedi un paio di scarpe da favola, di quelle belle ma purtroppo irraggiungibili per noi comuni mortali? Oggi parliamo proprio dei brand di scarpe extra lusso che in poche possono permettersi. Ma, per fortuna, sognare non costa niente!

I 9 brand extra lusso che preferisco

  1. Sergio Rossi. Si tratta di uno dei brand italiani più conosciuti. Purtroppo potrò recensire un paio di scarpe di Sergio solo nella prossima vita. Quando lo farò vi terrò sicuramente informate. i prezzi vanno dai 395 ai 2950 Euro circa.
ankle-boots-sergio-rossi

Ankle boots 1550 Euro

decollete-sergio-rossi

Décolleté 475 Euro

sneaker-sergio-rossi

Sneaker 395 Euro

stivali-cuissard-sergio-rossi

Stivali 1650 Euro

stivali-sergio-rossi

Stivali 2950 Euro

Tronchetto-sergio-rossi

Tronchetto 1300 Euro

 

 

  1. Balmain. Casa di moda francese, vanta il lusso di aver fatto calzare le proprie scarpe a star del calibro di Angelina Jolie, Penelope Cruz e Kristin Davis. I prezzi vanno dai 575 ai 2208 Euro per gli stivali pezzo forte della collezione di quest’anno. Nel 2015 Balmain collaborò con H&M per una collezione speciale ad un prezzo abbordabile. Non ci resta che sperare in una nuova collaborazione. Nel frattempo possiamo continuare a sognare.
beatles-balmain

Beatles 771 Euro

Decollete-Balmain

Decollete 575 Euro

Decollete-Balmain

Decollete 610 Euro

Sandali-Balmain

Sandali 667 Euro

sandali-balmain

Stivali 2208 Euro

3. Giuseppe Zanotti. Con 250 Euro possiamo già permetterci un paio di ciabatte, ma il prezzo può salire fino a 2395 Euro. Il pezzo forte della collezione 2018 è rappresentato da un paio di tronchetti open toe disegnati in collaborazione con Jennifer Lopez e presentano suola a specchio e cristalli rosati che ricoprono interamente la scarpa.

 

 

 

Ankle-boots-open-toe-giuseppe-zanottiAnkle boots open toe 850 Euro

sabot-giuseppe-zanotti

Sabot 695 Euro

sneaker-giuseppe-zanotti

Sneaker 575 Euro

tronchetto-giuseppe-zanotti

Tronchetto 650 Euro

 

 

tronchetto-con-lacci-giuseppe-zanotti

Tronchetto con lacci 1150 Euro

tronchetto-open-toe-giuseppe-zanottiTronchetto open toe 2395 Euro

 

4. Casadei. Da 360 Euro, si, per un paio di ciabatte, a 1900 Euro.

ballerine-casadei

Ballerine 625 Euro

cuissard-open-toe-casadei

Cuissard open toe 1450 Euro

decollete-casadei

Decollete 550 Euro

decollete-pizzo-casadei

Decollete in pizzo 595 Euro

sneaker-casadei

Sneaker 490 Euro

sneaker-pelliccia-casadei

Sneaker con pelliccia 1900 Euro

stivali-casadei

Stivali alti 1200 Euro

tronchetto-leopardato-casadei

Tronchetto leopardato 950 Euro

5. Jimmy Choo. Con 275 Euro possiamo comprarci gli stivali di gomma da pioggia, ma i prezzi salgono fino ai 3595 Euro. Sponsorizzato dalla principessa Diana negli anni ’80 diventa uno dei fashion designer più popolari. Io lo amo follemente.

ankle-strap-jimmy-choo

Ankle strap 2150 Euro

ballerine-dorsay-cristalli-jimmy-choo

Ballerine D’Orsay con cristalli 695 Euro

 

ballerine-vernice-jimmy-choo

Ballerine vernice 575 Euro

decollete-jimmy-choo

Décolleté 625 Euro

decollete-borchie-jimmy-choo

Décolleté con borchie 1095 Euro

decollete-pois-jimmy-choo

Décolleté pois 550 Euro

sandali-cristalli-jimmy-choo

Sandali con cristalli 3595 Euro

tronchetti-lacci-jimmy-choo

Tronchetti con lacci 995 Euro

tronchetto-pom-pom-jimmy-choo

Tronchetto con pom pom 1595 Euro

6. Christian Louboutin. Prezzi da 550 a 1195 Euro circa. Fashion designer Francese, e inventore della suola rossa più conosciuta del mondo. E che ve lo dico a fare?!

ankle-boots-bottoni-cristallo-louboutin

Ankle boots con bottoni di cristallo 995 Euro

ballerine-louboutin

Ballerine 645 Euro

ballerine-fiocco-louboutin

Ballerine con fiocco 595 Euro

ballerine-nappe-louboutin

Ballerine con nappe 595 Euro

decollete-louboutin

Décolleté 595 Euro

mary-jane-louboutin

Mary Jane 695 Euro

stivali-louboutin

Stivali 995 Euro

tronchetti-louboutin

Tronchetto 795 Euro

tronchetto-bottoni-louboutin

Tronchetto con bottoni 845 Euro

tronchetto-argentato-louboutin

Tronchetto argentato 775 Euro

tronchetto-leopardato-louboutin

Tronchetto leopardato 1045 Euro

7. Gucci. Chi non lo conosce. Non è una domanda, ovviamente. Che dire? Quest’anno mi farà impazzire. Le scarpe Gucci parlano da sole, per cui non dirò altro.

Decollete t-strap-gucciDécolleté t-strap 1100 Euro

mocassino-borchie-cristalli-gucci

Mocassino con borchie e cristalli 1980 Euro

sandalo-borchie-gucci

Sandalo con borchie 1590 Euro

slingbacks-borchie-gucci

Slingbacks con borchie 980 Euro

stivale-ricamo-gucci

Stivale con ricamo 2980 Euro

stivale-floreale-gucci

Stivale floreale 1980 Euro

stivaletto-pitone-cristalli-gucci

Stivaletto in pitone con cristalli 2980 Euro

stivali-serpente-rosso-gucci

Stivali con serpente rosso 1850 Euro

 

8. Roger Vivier. Fashion designer francese, viene considerato l’inventore dello stiletto, ovvero del tacco a spillo. Per cui dobbiamo a lui la nostra fissazione maniacale per le scarpe col tacco alto e fine. Collabora con Christian Dior prima di mettersi in proprio negli anni ’60. I suoi prezzi vanno dai 450 ai 1750 Euro circa.

ballerine-dorsay-roger-vivier

Ballerine d’Orsay 650 Euro

ballerine-effetto-cavallino-roger-vivier

Ballerine effetto cavallino 590 Euro

sandali-roger-vivier

Sandali 650 Euro

sneaker-velluto-roger-vivier

Sneaker di velluto 750 Euro

sneaker-sabot-pelliccia-roger-vivier

Sneaker sabot con pelliccia 1400 Euro

stivaletto-raso-seta-roger-vivier

Stivaletto in raso di seta 1750 Euro

9. Gianvito Rossi. Figlio di Sergio. I prezzi si aggirano tra i 525 e i 1700 Euro.

ankle-boots-gianvito-rossi

Ankle boots 645 Euro

cuissard-drago-gianvito-rossi

Cuissard con drago 1490 Euro

cuissard-raso-gianvito-rossi

Cuissard in raso 1700 Euro

stivale-gianvito-rossi

Stivale 1220 Euro

tronchetto-fibbie-gianvito-rossi

Tronchetto con fibbie 975 Euro

tronchetto-gianvito-rossi

Tronchetto lucido 945 Euro

Dopo questa carrellata da invidia vi lascio sognare in pace. Ma prima di assopirvi vi chiedo: qual è il vostro brand da sogno? Per quanto mi riguarda il mio cuore appartiene a Jimmy, Christian e Gucci. Si, lo so, ho un cuore molto grande!

 

 

 

 

Pin It on Pinterest