Alluce valgo e rimedi per alleviare il dolore

Alluce valgo e rimedi per alleviare il dolore

In questo articolo ti parlerò di alluce valgo e rimedi per alleviare il dolore. Dopo aver visto nel dettaglio cos’è l’alluce valgo e quali sono i sintomi, scopriremo insieme quali sono i rimedi più efficaci.

Pur trattandosi di una patologia degenerativa non curabile, se non attraverso l’intervento chirurgico, ci sono dei rimedi che possono essere utili per alleviare il dolore nell’immediato e limitare il progredire della patologia. Tieni però sempre a mente che, per quanto possano dare sollievo, non rappresentano mai la cura definitiva.

Quando parliamo di salute è di fondamentale importanza accorgersi in tempo quando qualcosa non va. Dal momento che l’alluce valgo secondario può essere acquisito nel corso della vita a causa di fattori di predisposizione, come familiarità, lassità legamentosa o artrite reumatoide -ma questi sono solo alcuni esempi-, è sempre bene giocare d’anticipo e prendere precauzioni prima ancora che il quadro clinico si aggravi. Per questo motivo, prima di azzardare autodiagnosi senza averne le competenze, è importante rivolgersi ad un medico che sarà in grado di indirizzarti al meglio, anche attraverso un’analisi posturale plantare.

Analisi posturale plantare

L’analisi della postura plantare è il punto di partenza di ogni terapia correttiva che verrà poi messa in atto. Moltissime patologie del piede insorgono a causa di un appoggio sbagliato del piede durante l’atto della camminata. Dorsay utilizza uno strumento molto sofisticato, ovvero un podoscopio di ultima generazione, in grado di misurare la postura plantare attraverso l’elaborazione di un modello 3D per poter così identificare il problema e correggere l’errata postura. E la correzione posturale, ancor prima dell’intervento chirurgico, è la chiave di volta in grado di evitare l’insorgere nuovamente della patologia. In pratica correggere l’alluce valgo senza modificare la postura scorretta del piede aumenta di gran lunga la probabilità di recidive.

Alluce-valgo-e-rimedi-1

Alla luce di ciò, ecco qua i principali rimedi per alleviare -ma non curare- il dolore provocato dall’alluce valgo.

Alluce valgo e rimedi per alleviare il dolore

Plantari

È importante controllare l’appoggio plantare e di conseguenza tutta la postura in modo da poter eventualmente intervenire con dei plantari specifici. Certi controlli andrebbero fatti fin dall’infanzia nel caso di posture scorrette. Ma anche da adulti se cominciano ad insorgere sintomi fastidiosi. I plantari possono correggere la postura errata, tuttavia rappresentano un rimedio temporaneo e non risolutivo. Peraltro possono essere indossati solo con alcuni modelli di scarpe.

Tutori e cuscinetti

Esistono in commercio anche dei dispositivi, ovvero i tutori, in grado di ridurre il dolore causato dall’alluce valgo. Si possono utilizzare durante la notte, quando i piedi sono a riposo, per mantenere le articolazioni allineate nella corretta posizione. Anche i cuscinetti hanno la stessa funzione e possono essere utilizzati anche durante la deambulazione. Entrambi questi presidi alleviano il dolore, ma non risolvono la patologia. Perciò, una volta tolti, il dolore si ripresenta.

Massaggi o impacchi freddi

Puoi farti eseguire dei massaggi per alleviare il dolore provocato dall’alluce valgo. È consigliabile utilizzare degli oli essenziali e compiere movimenti circolari al di sotto dell’articolazione interessata. Oppure puoi eseguire un massaggio in autonomia con un oggetto tondeggiante, ad esempio una pallina da tennis, da far roteare tra la pianta del piede e una superficie dura. Quando il dolore è molto forte, oltre ai massaggi puoi fare degli impacchi con il ghiaccio.

Esercizi e camminare a piedi nudi

Eseguire degli esercizi fisioterapici aiuta a migliorare la mobilità e le prestazioni delle articolazioni. Mantenere le dita dei piedi allenate ne potenzia la muscolatura e migliora la flessibilità delle articolazioni. Un esercizio utile è quello di utilizzare le dita dei piedi per recuperare dei piccoli oggetti leggeri. Oppure semplicemente fletterle ed estenderle o fare stretching. Anche camminare a piedi nudi è molto utile per fortificarne i muscoli. 

Calzature 

Da sempre ho sentito dire che l’alluce valgo è strettamente legato all’utilizzo delle scarpe con il tacco. Ma in verità non è così. Infatti le scarpe sbagliate possono eventualmente peggiorare l’appoggio plantare e creare problemi posturali, ma non rappresentano la causa principale dell’alluce valgo.

Non esistono delle vere e proprie calzature specifiche, ma possiamo tener conto di alcuni accorgimenti quando dobbiamo scegliere le scarpe. Ad esempio non indossare i tacchi e scegliere delle scarpe a pianta larga.

Farmaci 

Farmaci analgesici e antinfiammatori alleviano il dolore provocato dall’alluce valgo. Ma è fondamentale parlarne sempre con un medico prima di assumere qualunque medicinale.

Sicuramente è sempre meglio evitare tutte quelle situazioni di particolare stress per il piede affetto da alluce valgo, come ad esempio stare in piedi o camminare per molte ore consecutive. 

Certamente tutti questi rimedi ti aiuteranno ad alleviare i sintomi fastidiosi che l’alluce valgo porta con sè, senza provocare ulteriore danni. Ma nessuno di questi riuscirà a curare la patologia. Quando la situazione si aggrava l’unica soluzione è intervenire chirurgicamente. Ma di questo ne parlerò nel prossimo articolo. Quindi resta connessa per conoscere tutto ciò che c’è da sapere sulla chirurgia dell’alluce valgo. Se hai domande o semplicemente vuoi raccontarmi la tua esperienza, sono a tua completa disposizione. Se preferisci contattare direttamente Dorsay, la clinica ortopedica specializzata nell’operare le principali patologie del piede, puoi chiamare il numero verde 800 200 868.

 

A presto!

-S-

 

Articolo sponsorizzato

 

Scarpe rosse e perché acquistarle

Scarpe rosse e perché acquistarle

Ti avevo già parlato della mia mania per le scarpe rosse e perché acquistarle, un must have dal duplice significato e che, a quanto pare, non passa mai di moda. Ti avevo mostrato i miei allora nuovissimi stivaletti e avevamo parlato di come abbinarli. Dal quel momento il mio armadio delle scarpe ha cominciato a svuotarsi. e ho deciso di eliminare tutte quelle scarpe che per un motivo o per l’altro non indossavo più, per fare spazio a nuovi acquisti, decisamente più consapevoli e più adatti al mio mood attuale. Purtroppo ho dovuto eliminare anche gli stivali e le décolleté rosse che avevo perché li avevo usati talmente tanto che non erano più portabili nemmeno dopo svariate riparazioni del calzolaio. Ed è così che ho iniziato a sentire la mancanza di un paio di decollete rosse – agli stivaletti ci tengo come non mai e sono ancora li nella mia scarpiera -.

Significati delle scarpe rosse

Come ho detto, alle scarpe rosse vengono attribuiti tantissimi significati. Simbolo della lotta contro il femminicidio, ma anche potere, passione, amore. Quando è così, conviene prendere quello che ci fa più comodo tralasciando tutti gli altri che sentiamo non appartenerci. Credo che in molte situazioni sia assolutamente deleterio e improduttivo il voler attribuire una spiegazione razionale sempre a tutto. Qualche volta dovremmo prendere le cose semplicemente come stanno: ho voglia di calzare un bel paio di scarpe rosse e me le metto. Punto. Questo non significa doversi sentire per forza eccentriche, alla ricerca di qualcosa in particolare e in generale essere categorizzate come “quelle che”. E non c’è bisogno di un Red Carpet o di essere Victoria Beckham per sfoggiare ai piedi un colore eccentrico. Un po’ come la faccenda dello smalto rosso e delle scarpe leopardate.

Le mie nuove scarpe color vermiglio lucide

E quindi ho appena acquistato online un paio di scarpe rosse che più rosse non si può. E ho voluto esagerare anche con il tacco. Ho già in mente come abbinarle e spero di potertele mostrare presto. L’inverno non è la stagione ideale per me per calzare le décolleté, ma giuro che cercherò di essere più audace e non badare troppo alle mie convinzioni. E pensare che fino a qualche anno fa non uscivo di casa se non indossavo almeno otto centimetri di tacchi sotto ai piedi. Nel frattempo cercherò di rimediare con gli stivali a tacco alto.

scarpe-rosse

A presto!

-S-

Stivali alti sopra il ginocchio

Stivali alti sopra il ginocchio

Cuissardes, Over The Knee o semplicemente stivali alti sopra il ginocchio. Chiamali come vuoi, ma sappi che questo modello di calzature ti verrà in aiuto per tutto l’inverno. Ormai è da qualche anno che sentiamo parlare di questi stivali alti sopra il ginocchio e penso che anche le più scettiche -come lo sono stata anch’io- abbiano finalmente smentito il luogo comune che per molto tempo ha associato lo stivale alto alla volgarità. In effetti fino a qualche anno fa i cuissardes facevano subito Pretty Woman sulla Walk Of Fame. Per fortuna in epoca moderna è più facile sfatare i falsi miti e scegliere di indossare quello che ci pare.

Cuissardes 2020: a cosa non abbinarli

Ho preferito partire da qui. In realtà avevo già scritto tutto l’articolo, ma poi ho deciso di cambiare l’ordine dei paragrafi e cominciare da quello più breve. Per farti capire la portabilità di queste calzature, forse ti sarà più utile sapere quando sarebbe meglio optare per altre scelte. Ma solo perché in quest’epoca abbiamo così tanti modelli di scarpe a disposizione che sarebbe inutile incaponirsi con un unico tipo. A tal proposito mi permetto di consigliarti la lettura dell’articolo in cui ti racconto di come le signore del 1800 potevano scegliere solo tra pochi modelli di scarpe. Per fortuna nel 2020 non abbiamo di questi problemi. Perciò le uniche occasioni in cui potresti preferire di calzare altre tipologie di scarpe diverse dagli stivali alti, potrebbero essere le occasioni più formali -ci sono le magnifiche décolleté per quelle- o con abiti che starebbero decisamente meglio con altre tipologie di calzature, come ad esempio i tailleur eleganti. Ma come ti ho detto, solo perché abbiamo a disposizione talmente tanti modelli che sarebbe bene sfruttarli tutti. No tassativo con i pantaloni della tuta da ginnastica, a meno che non si tratti di quei pantaloni un po’ morbidini in tessuto scivoloso/elegante.

Stivali-alti-sopra-il-ginocchio-1

Stivali alti sopra il ginocchio: con cosa abbinarli

D’accordo, qualche volta posso esagerare nel raccontare le cose, un po’ in stile Big Fish, ma non è questo il caso. Infatti gli stivali alti sopra il ginocchio possono essere indossati praticamente con tutto. E, ti dirò di più, saranno proprio loro a salvarti dal freddo ghiaccio dell’inverno. Con abiti -corti o lunghi-, gonne -che siano mini o longuette – oppure jeans, leggings o pantapalazzo, l’unico limite sarà solo il tuo gusto personale.

Hai già scelto i tuoi prossimi stivali sopra il ginocchio?

A presto!

-S-

Colori scarpe autunno inverno 2020

Colori scarpe autunno inverno 2020

Ahimè, l’estate sta finendo, l’autunno è già alle porte ed è tempo di pensare ai colori scarpe per l’autunno inverno 2020 2021. Potrebbe sembrare la strofa di una nuova canzone, ma non lo è. Per questo ho deciso di portarti avanti e guidarti nel fantastico mondo dei trend di stagione per quanto riguarda il mondo delle calzature. Così, quando il caldo estivo lascerà spazio ai primi cambiamenti repentini di temperatura, sarai super preparata. E non dimenticare che quello sarà il segnale per iniziare a dedicarti allo shopping autunnale.

Colori-scarpe-autunno-inverno-2020

Aquazzura

Colori scarpe autunno inverno 2020 2021

Bianco, marrone in tutte le sue sfumature, rosso scuro tendente al bordeaux sono solo alcune delle tendenze che ci aspettano. E non solo per quanto riguarda le scarpe. Non mancheranno il verde, il rosa e il classico nero che da sempre si rivela essere la prima scelta, sia in fatto di outfit che di calzature. E allora, visto che anche quest’anno la moda ci offre la possibilità di scegliere tra più e diversi colori, perché non provare a resistere al fascino del nero?! Tranquilla, non sentirti in imbarazzo nel rispondere. E’ una domanda che rivolgo a te, ma che pongo anche a me stessa, perché si sa che a dare consigli agli altri siamo sempre più bravi che darli a noi stessi. E anch’io se posso scegliere tra mille colori, alla fine trovo sempre scuse per tornare al solito nero, soprattutto per quanto riguarda gli stivali.

Colori-scarpe-autunno-inverno-2020

Aeyde

Miista

Anche se in verità a mia discolpa custodisco ancora gli stivali rosa low-cost acquistati un paio di anni fa, a ricordarmi che qualche volta osare con i colori e rendersi fuori schema può essere divertente.

Alexander McQueen

Bottega Veneta

Giuseppe Zanotti

Manu Atelier

Marni

P448

Proenza Schouler

Saint Laurent

The Row

Valentino Garavani

Dolce & Gabbana

Max Mara

Miista

Prada

The Row

By Far

Jimmy Choo

Malone Souliers

Sergio Rossi

Stuart Weitzman

Valentino Garavani

Tutti i modelli

Ma quali saranno i modelli che troveremo presto nelle vetrine? La moda ci accompagnerà gradualmente verso l’ineluttabile diminuzione delle temperature. Quindi inizieremo col trovare modelli per la mezza stagione, come sneaker, sandali da portare con calzini e collant e le immancabili décolleté. Continueremo poi con stivaletti e stivali sempre più pesanti e coprenti.

Alberta Ferretti

Kalda

Lanvin

Manu Atelier

Paris Texas

Sergio Rossi

Alexandre Vauthier

Les Petits Joueurs

 

Hai già scelto il tuo prossimo acquisto?

A presto!

-S-

 

Alluce valgo: cos’è, come viene e perché

Alluce valgo: cos’è, come viene e perché

Quante volte avrai sentito parlare di alluce valgo! Io moltissime e sempre con un certo timore.

Così ho deciso di approfondire l’argomento dedicando a questa patologia un articolo focus al mese per i prossimi mesi. Tutto ciò è stato possibile anche grazie al sostegno di Dorsay, la clinica specializzata nell’operare le principali patologie del piede, con la quale è nata una collaborazione volta a far conoscere tutte le nuove metodologie con le quali è possibile finalmente giungere ad una soluzione. Quindi, se hai dubbi o domande al riguardo, questo è il momento per chiedere tutto ciò che avresti sempre voluto sapere.

Ma partiamo dall’inizio, ovvero con la spiegazione di questa patologia della quale troppe volte abbiamo sentito parlare, anche in maniera errata.

Alluce valgo: cos’è, come viene e perché

L’alluce valgo è una delle patologie del piede più diffuse. Si tratta sostanzialmente di una deformazione del piede costituita da una progressiva deviazione dell’alluce verso le altre dita. La testa del primo metatarso del primo dito piano piano si allontana dalle altre dando luogo alla formazione della caratteristica “cipolla” o “patata”, ovvero la sporgenza alla base dell’alluce. Solitamente questa protuberanza è associata ad un’infiammazione della borsa sierosa, ovvero una piccola sacca che si trova proprio in prossimità dell’alluce, contenente il liquido sinoviale la cui funzione è quella di ridurre l’attrito durante lo sfregamento dei tessuti. Questa inclinazione progressiva dell’alluce determina nel tempo una reazione a catena che porta ad una deviazione verso l’esterno anche delle altre dita del piede. 

In molti casi questo può causare dolore da lieve ad intenso, oltre ad un inestetismo che può portare a non indossare più le scarpe aperte.

Alluce-Valgo-Pre-Operazione

Alluce valgo e miti da sfatare

Immagino che anche tu troppo spesso abbia sentito dire che questa patologia insorga principalmente a causa di scarpe troppo strette o scomode. Ricordo ancora la signora anziana vicina di casa di quando ero bambina che mi vedeva girare per casa con le scarpe col tacco di mia madre e preannunciava la sciagura dell’alluce valgo di li a pochi anni. Ma è passato qualche decennio e di alluce valgo nemmeno l’ombra. Anche se non nego che un po’ di trauma ci sia stato perché ogni volta che avverto un piccolo dolorino proprio in quel punto, la prima cosa a cui penso è alla profezia della vicina di casa.

Alluce-valgo-tacchi

Perché viene?

Togliamoci dalla testa che l’alluce valgo sia provocato dall’utilizzo dei nostri amati tacchi. È quello che mi ripeto da anni come un mantra ed anche ciò che la medicina ci insegna.

L’alluce valgo può insorgere per diversi motivi:

  1. Congeniti: in questo caso si parla di alluce valgo primitivo o idiopatico. Deriva da patologie congenite e può essere presente fin dalla nascita a causa di un metatarso varo, situazione nella quale il piede è deviato verso l’interno e il basso;
  2. Di familiarità: ovvero ereditato da un parente che presenta questa patologia. In questo caso parliamo di alluce valgo secondario e può insorgere durante il corso della vita;
  3. Fattori predisponenti: oltre alla familiarità possono esserci delle cause acquisite come ad esempio l’artrite reumatoide o una lassità legamentosa, congenita o autoimmune, di alcune strutture che interessano il piede e la caviglia. Queste patologie possono dar luogo ad alterazioni dell’appoggio plantare con conseguenti deficit posturali. In questi casi il piede cercherà di compensare gli squilibri con l’allargamento dell’avampiede e la conseguente formazione dell’alluce valgo.

Alla luce di tutto ciò diventa molto più chiaro che non sono i tacchi a provocare questa patologia. Va da se che in alcuni casi possono peggiorare l’appoggio plantare e di conseguenza la postura, ma non sono loro la causa principale dell’alluce valgo. Questo spiega anche il perché, pur essendo un problema principalmente femminile, gli uomini non ne siano comunque esenti.

Adesso che ti ho svelato tutte queste cose sull’alluce valgo, puoi correre a calzare le tue meravigliose scarpe con il tacco. Almeno fino alla prossima puntata, in cui ti racconterò altri dettagli che ti saranno utili. Resta connessa!

Nel frattempo se hai bisogno di chiarire qualsiasi dubbio o curiosità puoi contattare direttamente la Clinica Dorsay cliccando qui o chiamando il numero verde 800 200 868.

 

A presto !

-S-

 

Articolo sponsorizzato

Scarpe Aquazzura: lusso e comodità

Scarpe Aquazzura: lusso e comodità

Le scarpe Aquazzura sono famose per la loro linea estremamente sexy e per l’indubbia comodità. Una combinazione alquanto rara quando parliamo di scarpe luxury e tacchi vertiginosi. Eppure questo giovane brand sembra davvero non deludere. Ma chi è il fondatore di questo marchio?

Aquazzura-So-nude-sandal-85-Soft-gold-Mirrored-leather-SNUMIDS0-SPE-SOG-Front

So Nude Sandal, Euro 495

Scarpe-Aquazzura-3

Storia delle scarpe Aquazzura

Edgardo Osorio è il cofondatore e direttore creativo del brand. Nato in Colombia, ma cresciuto tra Londra e Miami, ha collaborato giovanissimo con alcuni dei nomi più famosi del mondo della moda. Parliamo di Maison come Roberto Cavalli, Salvatore Ferragamo e Renè Caovilla. Ed è nel 2011, quando ha soltanto venticinque anni che Edgardo Osorio decide di mettersi in proprio e lanciare il suo brand di scarpe di lusso. La sede di Aquazzura si trova a Palazzo Corsini, uno dei palazzi più sfarzosi nel cuore di Firenze, culla dell’artigianato calzaturiero e della pelletteria. E’ superfluo dirti che sono 100% Made in Italy e che quindi hanno tutte le caratteristiche di un prodotto artigianale di altissima qualità, sia per quanto riguarda il design che i materiali utilizzati.

Collaborazioni e star

Aquazzura ha collaborato con molti nomi noti di Influencer nel mondo della moda, come Claudia Schiffer, Olivia Palermo e Poppy Delavigne. E ha lanciato capsule Collection sia con Salvatore Ferragamo, nome più che conosciuto nel mondo della moda che con de Gournay, un’azienda di carte da parati di lusso che meriterebbe un paragrafo a sé.

Le scarpe Aquazzura sono state calzate da celebrità come Meghan Markle, Oprah Winfrey, Gwyneth Paltrow, Nicole Kidman, Rihanna, Beyoncè e moltissime altre.

Le scarpe Aquazzura

Oltre che dallo stile, le riconosci dal logo, un’ananas dorata applicata sulla suola.

 

Aquazzura-logo

 

Oggi le scarpe Aquazzura sono disponibili in più di trecento boutique sparse in tutte le principali città del mondo. Per la maggior parte dei modelli la numerazione va dal 34 al 42 in modo da accontentare tutte noi. La collezione per questa primavera estate è davvero affascinante. Un tripudio di colori, sensualità e femminilità che fanno subito venire voglia di acquistare il paio più pazzo della collezione. Come il modello Sundance Plateau con i suoi 14 centimetri di tacco e i listini multicolor con i colori dell’arcobaleno.

Aquazzura-Sundance-plateau-140-Multicolor-Mirrored-leather-SUDHIGS0-MLM-MUL-Right

Euro 690

La versione in pelle bianca con applicazioni di gemme color arcobaleno sembra adatta alle serate più matte e infatti si chiama Disco Summer.

Aquazzura-Disco-summer-plateau-140-White-Nappa-leather-DSMHIGB0-NAP-FFF-Left

Euro 895

Anche i Fragolina e Papillon Sandal in camoscio verde, con applicazioni rispettivamente a forma di fragole e farfalle, evocano subito l’idea di estate e libertà. Il Papillon sandali è disponibile anche in pelle metallizzata, camoscio rosso e giallo e anche in versione flat.

Aquazzura-Fragolina-sandal-105-Jungle-green-Suede-leather-FRGHIGS0-SUE-JGR-Right

Fragola Sandal, Euro 795

Aquazzura-Papillon-sandal-105-Jungle-green-Suede-leather-PPLHIGS0-SNL-JGR-Right

Aquazzura-Papillon-sandal-105-Sporty-yellow-Suede-leather-PPLHIGS0-SNL-SPY-Left

Papillon Sandal, Euro 695

Aquazzura-Papillon-sandal-flat-Jungle-green-Suede-leather-PPLFLAS0-SNL-JGR-Left

Papillon Sandal Flat, Euro 495

E poi ci sono le sneaker, i tacchi medi, i sabot, i mocassini, gli stivali, la linea da sposa e tantissimi altri modelli e accessori che ti faranno sognare come una vera principessa. Se anche tu hai un’anima da shoeaholic sarà davvero dura resistere alla tentazione.

Scarpe-Aquazzura Scarpe-Aquazzura-1

Cosa ne pensi di queste scarpe, ti piacciono?

A presto!

-S-

Pin It on Pinterest