Seleziona una pagina
Come organizzare le scarpe nella scarpiera

Come organizzare le scarpe nella scarpiera

Oggi ti racconto come organizzare le scarpe nella scarpiera. O almeno, di come io ho organizzato la mia. Nell’articolo di qualche giorno fa ti avevo spiegato come poter organizzare le scarpe in poco spazio.

Lo scorso fine settimana ero in vena di ordine e precisione e colta da un momento di pura follia, ho rivoluzionato il mio armadio delle scarpe (ma anche quello dei vestiti) ed ho creato una scarpiera dentro l’armadio.
Immagina di avere a disposizione un’intera anta dell’armadio in grado di ospitare tutte le tue scarpe, o almeno quelle che preferisci avere a portata di vista e mano. Adesso immagina che in quell’anta ci siano cinque o sei mensole e che su ognuna delle quali siano adagiate in bella mostra quattro o cinque paia delle tue scarpe preferite. Se provi a moltiplicare questi piccoli numeri, vedrai che sto parlando di venti o trenta paia di scarpe che non dovrai più cercare in maniera compulsiva tra le scatole o sotto al letto. Non è fantastico?!
Ebbene, se hai letto il mio articolo precedente, tutto questo è già possibile per te perché lo spazio lo avrai già ricavato. Adesso non ti resta che mettere in pratica la parte più divertente di tutte. Tirare fuori le scarpe una ad una, magari selezionare quelle da buttare, dare una pulita a quelle più sporche e finalmente posizionarle sui ripiani. Yeeeaaaah!

Come organizzare le scarpe nella scarpiera: per tipologia, colore, stagione, utilizzo o a caso?

come-organizzare-le-scarpe-nella-scarpiera-3

In questa fase del lavoro quello che ti consiglio è: via libera alla fantasia!
Ci sarà sempre chi ti dirà che la cosa migliore è suddividere le scarpe per colore perché in questo modo avrai ben presente quante e quali calzature di quel o quell’altro colore puoi abbinare ai tuoi outfit. Ma anche suddividerle per stagione ha i suoi vantaggi. Infine, tenere nel ripiano più comodo quelle che andrai ad indossare più spesso, siano sneaker o decollété non importa, può essere un’idea geniale.
Io sono d’accordo con tutti, ma non sono d’accordo con nessuno! Credo che ognuno debba seguire i propri criteri. Io, per il momento, ho deciso per un posizionamento casuale, ma non escludo di poterle spostare di giorno in giorno. Infondo ho inchiodato le mensole, mica le scarpe!
Qualunque criterio tu abbia scelto, adesso puoi iniziare a divertirti posizionando tutte le tue scarpe sugli appositi ripiani. Le scarpe dovranno essere collocate senza le relative scatole, in modo tale da averle tutte a portata di vista e mano. Sarà bellissimo vederle tutte e non dover cercare ogni mattina quelle che ti servono, ma che non ricordi dove hai messo.

come-organizzare-le-scarpe-nella-scarpiera-1
Una cosa essenziale di cui non potrai fare a meno è un profumatore da armadio da riporre nella tua nuova scarpiera. Infatti mi sono accorta che le scarpe fuori dalle proprie scatole per i primi giorni emanano un odore di pelle e gomma molto intenso. Attenzione, non sto parlando di puzzo di piedi! Per quello esistono tutti i rimedi per pulire ben bene le tue amate scarpe.
Ricordati di seguirmi sul mio profilo Instagram per vedere tante altre foto!

A presto!
-S-

Come organizzare le scarpe in poco spazio

Come organizzare le scarpe in poco spazio

Come organizzare le scarpe in poco spazio è sempre stato uno dei miei crucci. In effetti per anni ho spostato e riassemblato scatole e scarpe per cercare di organizzare la camera in maniera funzionale e il più ordinata possibile. Ma dopo anni e anni di shopping sfrenato sono giunta al punto di non saper più dove mettere le scarpe che ho collezionato. Hai presente quando torni a casa con l’aria vincente di chi ha acquistato l’ennesimo paio di scarpe super cool, ma ti si smonta l’allegria perché torni subito alla realtà quando ti rendi conto che davvero non hai più spazio in cui metterle? Essendo una conservatrice seriale, in tutti questi anni mi sono ostinata a non voler gettare nemmeno una scatola delle mie amate scarpe. E alla fin fine troppe volte mi sono ridotta ad indossare sempre le stesse perché tra le millemila scatole impilate le une sopra le altre, non sapevo più dove erano finite proprio quelle che mi sarebbero servite.

Perché organizzare le scarpe può cambiarti la giornata

Ebbene, mi sono finalmente stufata di trasformare in una caccia al tesoro la scelta dell’outfit per la giornata. Dopo anni che ho girato per casa come la pallina impazzita di un flipper per cercare quelle o quell’altre scarpe da indossare, mi sono decisa finalmente a creare uno spazio solo per loro: le mie adorate e amatissime scarpe. Certo, mi è costato qualche sacrificio, infatti mi son dovuta rassegnare cestinando tutte le loro scatole e mantenendo solo l’essenziale. Ma ne è valsa davvero la pena.
Ammetto che la decisione non è stata delle più semplici, ma comunque necessaria (se, come me, sei pignola e perfettina, mi capirai).

come-organizzare-le-scarpe-in-poco-spazio-1

Hai mai sognato una stanza guardaroba? Io si, tantissime volte!

Dimmi se non hai mai sognato di possedere uno di quegli armadi alla Carry Bradshow. Praticamente non un armadio, ma una vera e propria stanza da poter adibire a cabina armadio. In cui puoi avere tutti i tuoi preziosi cimeli da shopping compulsivo a portata di vista e tatto, magari organizzata per colori e stagioni e perché no, anche per tipologia di capo. Non so se hai presente il guardaroba di Chiara Ferragni che ha presentato di recente sul suo profilo Instagram. Ebbene, io quello spazio a disposizione non ce l’ho e proprio per questo mi son dovuta arrangiare.

Come organizzare le scarpe in poco spazio: tutto quello che ti serve è…

Ma veniamo al dunque! Tutto quello che ti servirà per organizzare tutte le tue scarpe in poco spazio è: sicuramente un po’ di spazio (banale, ma non scontato), del tempo, un metro, alcune mensole, un cacciavite e tanta voglia di liberarti dalle cose inutili.

Adesso ti spiego nel dettaglio quello che dovrai fare con questi sei ingredienti.
Innanzitutto individua uno spazio in casa da poter adibire a scarpiera. Che sia un angolo dietro una porta o una nicchia recuperata in un muro. Io ho scelto un’anta stretta del mio armadio e la parte bassa di un altro armadio adibita ad appendiabiti. Questo perché avere già dei pannelli portanti mi ha permesso di dover pensare solo a delle mensole supplementari e non a dover costruire un mobile da zero. Ricorda che puoi utilizzare anche una libreria che ti avanza e non usi più. Basterà aumentare, diminuire o spostare le mensole!

Pianifica la tua agenda, prendi le misure e…

Qualunque sia il posto che hai scelto per organizzare le scarpe in poco spazio, considera che per attuare questa operazione ci vorrà un po’ di tempo. Quindi pianifica la tua agenda per avere qualche ora a disposizione, che sia il tuo giorno libero o un ritaglio di tempo tra un impegno e l’altro nella giornata. Io ho scelto un giorno di ferie perché quando inizio un lavoro mi piace portarlo a termine in breve tempo.

come-organizzare-le-scarpe-in-poco-spazio-2

Prendi le misure dello spazio in cui andrai a collocare le mensole che ti serviranno per riporre tutte le tue adorate scarpe. Il metro risulterà uno strumento essenziale. Innanzitutto misura l’altezza e suddividila per lo spazio necessario a far entrare su ogni ripiano le tue scarpe. Ti consiglio di appoggiarci fisicamente le scarpe per vedere su quale altezza orientarti. Ho visto che i ripiani devono distanziarsi dai 18 ai 25 centimetri, a seconda del tipo di scarpe che andrai a riporre (stivali esclusi).
A questo punto, una volta deciso il numero di mensole che ti occorreranno, non ti servirà altro che procurartele (ricordati di acquistare anche dei ganci su cui appoggiarle) e munirti di cacciavite per avvitare gli essenziali ganci da mensole.
Nella prossima puntata ti racconto come concludere al meglio tutto il lavoro! Sarà la parte più divertente!

A presto!

-S-

Come calzano le scarpe? Che numero di scarpe hai?

Come calzano le scarpe? Che numero di scarpe hai?

Come calzano le scarpe? Una delle domande che più spesso mi sento rivolgere è proprio questa, come calzano quelle o quell’altre scarpe?
Tante volte mi è capitato di leggere articoli in cui fashion blogger più o meno famose cercavano di spiegare come calza un certo modello di scarpe di un dato brand, piuttosto che un altro. Oggi ti svelerò un grande mistero. Il mistero che da sempre affligge me e tutte le maniache compulsive dello shopping di scarpe, sia online che non.

Ogni brand e ogni modello di scarpe calzano in maniera diversa

Questo sottotitolo parla da solo. A me non resta che argomentare un po’ questo assunto. Ti faccio qualche domanda:
– Quante scarpe possiedi?
– Si tratta di modelli diversi o tutti uguali?
– Sono tutte dello stesso numero?

Se sei una delle poche fortunate a calzare sempre lo stesso numero di decollete, scarpe da ginnastica o sandali, allora non ho niente da dirti. Puoi anche interrompere la lettura di questo articolo. Ma, se come me, sei sempre in difficoltà quando qualcuno ti rivolge la prima domanda, allora sei nel posto giusto!
La verità è che è davvero impossibile determinare un numero di scarpe che sia assoluto e indipendente dal modello che hai intenzione di acquistare.
Quando mi chiedono che numero di scarpe ho, di solito rispondo così: di media il 37, ma per i sandali posso calzare fino al 36, passando per il 36 e mezzo, mentre per le scarpe da ginnastica posso arrivare al 39. Quindi il mio numero sarebbe 36-39? Converrai con me che può sembrare una follia!
Ebbene ti rivelerò un’altra verità soprannaturale: non sei tu ad avere il piede pazzo, ma sono le scarpe che indossi ad esserlo!
Stupita? Eh, ci credo! Troppi misteri svelati e tutti insieme!

Come-calzano-le-scarpe-1

Provare le scarpe è cosa buona e giusta

Così, dopo tutte queste verità svelate, voglio anche profetare qualcosa: se proverai le scarpe sarà più difficile sbagliare numero. Forse avrei dovuto prima chiederti di metterti seduta prima di una tale rivelazione. Immagino lo shock sia stato tanto, forse troppo. Ma preferisco sempre una dura verità ad una dolce bugia.

Come scegliere il giusto numero di scarpe

Soprattutto quando acquisti scarpe online, la cosa migliore è farlo attraverso siti che, oltre a segnalare il consueto numero di calzata come fanno tutti ovviamente, scrivono accanto a ciascun numero la misurazione in centimetri corrispondente. In alternativa ti segnalo un sito dal quale più spesso ho acquistato scarpe online, che ti dà dei consigli circa la calzata di ogni modello. Ovvero ti dice se acquistare il tuo numero abituale o mezza misura sopra o sotto. Perché alla fin fine di questo si tratta: qualche millimetro in più o in meno. Il sito si chiama sarenza.it, ti consiglio di andarci a sbirciare. Ci sono anche altri siti di brand famosi che offrono la misurazione in centimetri, come Gucci o Nike.

A presto!

-S-

Che scarpe indossare in autunno?

Che scarpe indossare in autunno?

Quando arriva l’autunno, così come ogni mezza stagione che si rispetti, io non so mai cosa mettere ai piedi. Non so se capita anche a te, ma al di là di ogni ragionevole dubbio su quali capi indossare, il mio dilemma principale si rifà sempre alle scarpe.
In effetti l’autunno, come la primavera, è una stagione un po’ imprevedibile e questo sicuramente non aiuta. Per quanto riguarda l’abbigliamento la questione si fa più facile: basta vestirsi a cipolla per essere pronta a qualunque tipo di temperatura e/o intemperia. Ma per le scarpe da indossare in autunno? La questione si fa ardua.

Cose da considerare per capire che scarpe indossare in autunno

Certamente l’autunno, e la mezza stagione in generale, è quel periodo dell’anno in cui le temperature sono tendenzialmente gradevoli, senza picchi particolari né in salita né in discesa. Oserei dire che è la stagione ideale. O almeno, lo sarebbe. Se non fosse per il fatto che le condizioni atmosferiche possono essere imprevedibili.
Proprio per questo occorre essere furbe e saper sfruttare al meglio le scarpe che già abbiamo nell’armadio, prima di buttarsi a capofitto nello shopping sfrenato per la prossima stagione invernale.

Quali sono le scarpe da tenere a portata di mano in autunno?

Sicuramente tutte le scarpe semichiuse o chiuse, ma comunque leggere.

Quindi, via libera a mocassini in tutte le forme e colorazioni.

Che-scarpe-indossare-in-autunno

Piumi 139 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-1

Piumi 179 Euro

Si alle scarpe stringate e alle ballerine.

Che-scarpe-indossare-in-autunno-2

Ash 265 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-3

Windsor Smith 153 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-4

Ernesto Dolani 240 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-5

Steve Madden 98 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-7

Zign 89,99 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-8

Michael Kors 139,99 Euro

Bene le sneaker (anche quelle più leggere).

Che-scarpe-indossare-in-autunno-9

Ishikawa 169 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-0

Jeffrey Campbell 140 Euro

Sun 68 99 Euro

Ok agli stivaletti.

Che-scarpe-indossare-in-autunno-b

Fiorifrancesi 205 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-c

Fiorifrancesi 259 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-d

Juce 195 Euro

Benissimissimo alle mie adorate sling back.

Che-scarpe-indossare-in-autunno-g

Michael Kors 130 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-h

Ioamolescarpe 219 Euro

E non dimenticarti degli anfibi, magari evita quelli con la pelliccia interna.

Che-scarpe-indossare-in-autunno-e

Buffalo 145 Euro

Che-scarpe-indossare-in-autunno-f

Hundred 220 Euro

Meglio aspettare invece per gli stivali più alti e pesanti e per tutte quelle scarpe troppo chiuse ed eccessivamente calde, come i tronchetti di velluto.
Visto che ne abbiamo ancora la possibilità, perché non sfruttare ancora un po’ le temperature miti che le benevole mezze stagioni ci offrono?

Così potrai cogliere l’occasione al volo anche per fare due cose fondamentali. La prima è mettere in ordine il tuo armadio delle scarpe e la seconda è darti la possibilità di valutare bene i tuoi prossimi acquisti in termini di scarpe!

A presto!
-S-

Aiuto ho i piedi brutti!

Aiuto ho i piedi brutti!

Soffri della fobia per i piedi brutti? Ho una buona e una cattiva notizia per te. Comincio da quella cattiva: è iniziata la stagione peggiore dell’anno per chi teme di scoprirsi i piedi! Perché l’estate, per antonomasia, è tempo di piedi scoperti, sandali, ciabatte minimal e scarpe che più aperte non si può. Tra l’altro, quando c’è quella temperatura che sembra di essere di giorno nel deserto del Sahara, il primo gesto inconscio per ovviare al caldo assassino, è quello di liberare i piedi da calzini e scarpe chiuse.
Ma passiamo alla buona notizia! Se anche tu temi di avere i piedi brutti, tranquilla: sei in copiosa compagnia! Star del calibro di Paris Hilton, Penelope Cruz, Victoria Beckham e Kate Moss, hanno i piedi un po’ bruttini. Ma saperlo adesso ti ha fatto la differenza?

piedi-brutti

Fonte: 105.net

piedi-brutti-1

piedi-brutti-2

piedi-brutti-3

Cosa intendi per piedi brutti?

Ho visto piedi brutti non avere assolutamente niente che non andava e ho visto piedi brutti davvero brutti. Qualunque sia il tuo difetto, sappi che niente può essere considerato così tragico da impedirti di vivere serenamente. Ricorda che ogni tuo difetto ti rende unica e speciale. Sembra una di quelle frasi fatte, ma sarà l’età o la rassegnazione, ci credo davvero. E dovresti farlo anche tu! La parola magica è fregarsene. Così, se pensi di non poter indossare le scarpe più belle del mondo solo perché hai dei piedi non proprio perfetti, comincia a recitare il mantra: ma chi se ne frega!

Se le dita dei piedi sono brutte

Se il tuo cruccio sono le dita dei piedi, ti basterà calzare scarpe leggermente più chiuse sulle punte. Non è detto che tu debba rinunciare per forza alle scarpe aperte, ma se proprio non hai il coraggio di scoprire tutte le dita, sappi che esistono le famose peep toe. Sono quelle scarpe che lasciano scoperta solo la punta dell’alluce.

Se il tallone non ti piace

In questo caso potrai optare per delle scarpe chiuse sul tallone. Ci sono anche tantissimi sandali fatti così. Che non presentano l’allacciatura che parte dai lati del tallone, ma semplicemente da dietro.

Se hai i piedi troppo grandi

Ti basterà scegliere delle scarpe più accollate che lascino scoperte solo delle parti strategiche, come solo alcune dita dei piedi o solo il tallone. Tutti quei sandali con i lacci che fanno un po’ aggressive, sono perfetti per nascondere tante imperfezioni. E anche per creare quell’effetto vedo-non vedo che non fa capire bene come stanno le cose, ma che è utilissimo quando vogliamo nascondere dei difetti.

Ma…lo conosci il barbatrucco? Più metti in risalto qualcosa che non vuoi far notare e più quel qualcosa non verrà notato! E’ lo stesso principio per cui se vuoi nascondere una cosa, devi metterla bene in evidenza. Se non gli dai importanza tu, perché dovrebbe farlo qualcun altro?!
E in generale, d’ora in poi, affrontare le questioni beauty con leggerezza!

A presto!

-S-

Come lavare le sneaker bianche

Come lavare le sneaker bianche

La domanda più gettonata del momento è come lavare le sneaker bianche. Soprattutto in questo periodo in cui amiamo calzare le nostre sneaker bianche per le prime giratine primaverili, sapere come farle tornare splendide splendenti può avere i suoi vantaggi.
Devi però sapere che non tutte le sneaker possono essere lavate nello stesso modo, ma bisogna fare una distinzione in base ai diversi materiali. Quindi adottare tecniche diverse a seconda che siano in pelle o tessuto.

Come-lavare-le-sneaker

Come lavare le sneaker di pelle

1. Panno in microfibra. Prima di tentare metodi più bruschi, prova a passare un panno in microfibra inumidito con dell’acqua su tutta la superficie delle scarpe. Se non ci sono macchie importanti vedrai che verrà fuori un buon lavoro.
2. Latte detergente. Si, proprio quello che utilizzi per struccarti! Aiutati con un batuffolo di cotone a passarlo su tutta la tomaia in pelle. Oltre a pulire le tue sneaker bianche, il latte detergente nutrirà anche la pelle rendendola lucida e splendente. Passaci poi un panno asciutto per eliminare eventuali residui.
3. Prodotti specifici. Puoi acquistare dei prodotti specifici per lavare le sneaker in pelle. Si tratta di detergenti fatti apposta per lavare le scarpe in pelle. Ogni prodotto ha le proprie istruzioni che troverai scritte sulla confezione. Successivamente puoi passarci della cera neutra o di colore bianco.

Come lavare le sneaker di tela

Come-lavare-le-sneaker-1

1. In lavatrice. Ricorda di togliere lacci e, se possibile, soletta interna. Lavale a 30 gradi con lo stesso sapone che normalmente utilizzi per i vestiti. Evita la centrifuga e lasciale asciugare all’aria aperta, lontano dalla luce diretta del sole e possibilmente con della carta bianca all’interno per mantenerne intatta la forma. Se vuoi essere certa di non sciuparle puoi mettere le scarpe dentro un sacchetto di cotone prima di infilarle in lavatrice. In questo modo il lavaggio sarà ancora più delicato.
2. A mano. In questo caso puoi utilizzare diversi prodotti in grado di smacchiare le tue sneaker bianche.
– bicarbonato. Mescolalo con qualche goccia d’acqua per creare una specie di crema da strofinare su tutta la tomaia con un bruschino a spazzole morbide. Anche il limone e l’aceto bianco sono degli ottimi sgrassatori.
– sapone delicato non colorato. Passalo su tutta la superficie delle scarpe strofinando con una spazzola morbida e risciacqua sotto un filo d’acqua per togliere l’eventuale schiuma che si sarà formata.

Con questi semplici consigli le tue sneaker saranno sempre super candide!

Pin It on Pinterest