Seleziona una pagina
Vintage Selection: intervista a Niccolò Castelli

Vintage Selection: intervista a Niccolò Castelli

Vi avevamo già parlato di Vintage Selection, una delle più importanti fiere del vintage e per scoprire qualcosa di più, abbiamo intervistato Niccolò Castelli, Sales Assistant per Stazione Leopolda.

Vintage-Selection-intervista

 

Ciao Niccolò, ci racconti del tuo ruolo come Sales Assistant per Stazione Leopolda e Vintage Selection?

 

Certo! Lavoro a stretto contatto con la mia collega Giulia Lemme, responsabile dell’organizzazione per Stazione Leopolda S.r.l. e in questo periodo, essendo lei in maternità, figuro come referente della manifestazione.

 

Ci anticipi qualcosa sulle prossime iniziative di Stazione Leopolda?

 

Il nostro calendario lo trovate sul sito www.stazione-leopolda.com. Come potete vedere è ricco di eventi e iniziative, ma noi come società organizziamo e curiamo esclusivamente il Vintage Selection. Quest’evento ha luogo due volte all’anno: a gennaio presso la Stazione Leopolda di Firenze e a giugno alla Fortezza da Basso, all’interno della manifestazione Pitti Filati.

 

Quali sono stati i numeri di questa 31^ edizione di Vintage Selection? Qual è stata l’affluenza? E il target dei partecipanti?

 

Numeri importanti per quest’edizione: 64 espositori per 5 giorni di mostra mercato. Siamo molto soddisfatti dell’affluenza. Abbiamo registrato un +10% di ingressi rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda il target, è stato assolutamente trasversale.

 

Gli espositori sono maggiormente italiani. Preservate volutamente il Made in Italy oppure pensate di richiamarne maggiormente da tutta Europa nelle prossime edizioni?

 

Abbiamo intenzione di continuare così per il momento. Il fatto che gli espositori siano per la maggior parte provenienti dall’Italia, è qualcosa di assolutamente voluto.

 

Cosa rende Vintage Selection speciale rispetto agli altri eventi del mondo vintage?

 

Con la sua atmosfera unica, Vintage Selection è un salone e laboratorio di ricerca creativa e stilistica. Punto d’incontro tra le grandi aziende della moda internazionale e i loro buyer e fashion designer.

Vintage-Selection-intervista-1

 

 

Grazie a Niccolò Castelli per averci dedicato un po’ del suo tempo con questa intervista. Resta sintonizzata se ti va di scoprire le altre interviste di Vintage Selection.

 

A presto!

Vintage Selection: The Next Past

Vintage Selection: The Next Past

Si è conclusa proprio ieri a Firenze la 31^ edizione di Vintage Selection, una delle più importanti fiere del vintage a livello italiano. Non è un caso che questa manifestazione abbia luogo in concomitanza con Pitti Filati. È infatti organizzata da Stazione Leopolda S.r.l., una società di Pitti Immagine e impegnata a livello internazionale nella promozione dell’industria e del design della moda. Di esordio più recente rispetto agli altri eventi riguardanti Pitti, Vintage Selection nasce nel 2003 e ha luogo due volte l’anno, a gennaio e a giugno.

Dal 24 al 28 gennaio la Stazione Leopolda di Firenze si è riempita di passato, creatività e remake. Il tema di quest’anno è stato proprio The Next Past a simboleggiare i passati sempre nuovi come fattori di successo della moda contemporanea.

Vintage Selection: colori, remake e fascino

Quello che puoi trovare passeggiando tra i vari spazi espositivi di Vintage Selection è un vero e proprio turbinio di colori, unito ad una sfavillante atmosfera di tempi gloriosi che qualcuno di noi non ha vissuto. Oppure si, allora vale la pena ripercorrere i tempi andati. Un vero tuffo nel passato, attraverso epoche e storie diverse. Qui ogni oggetto, abito, accessorio ha una storia unica e affascinante. Chissà a chi è appartenuto, chi l’ha indossato, per quante generazioni è stato tramandato. Ogni volta che ci è capitato di sfiorare un abito o un cappotto o persino una vestaglia da camera dei primi anni del ‘900, ci siamo dette: immagina se questi abiti potessero parlare. Cosa ci rivelerebbero? Le parole si sprecano nel raccontare cosa sia Vintage Selection. Per questo abbiamo scattato tante foto! Sapranno raccontarti meglio di noi l’atmosfera che si respira.

Vintage-Selection-The-Next-Past

Vintage-Selection-The-Next-Past-8

Vintage-Selection-The-Next-Past-1

Vintage-Selection-The-Next-Past-a

Vintage-Selection-The-Next-Past-l

Vintage-Selection-The-Next-Past-3

Vintage-Selection-The-Next-Past-5

Vintage-Selection-The-Next-Past-7

Vintage-Selection-The-Next-Past-s

Vintage-Selection-The-Next-Past-k

 

Non perderti i prossimi articoli per leggere le interviste ad uno degli organizzatori dell’evento e ad alcuni espositori di questa edizione tra i più conosciuti ed esperti a livello italiano. E anche per tante altre foto!

Pitti Immagine Uomo a Firenze: 93^ edizione

Pitti Immagine Uomo a Firenze: 93^ edizione

Si è appena conclusa la 93^ edizione di Pitti Immagine Uomo a Firenze. Se ti stai chiedendo cosa sia Pitti Immagine Uomo, ti spiego brevemente qualcosa al riguardo.

Ogni anno la città di Firenze ospita una serie di eventi tra i più importanti e prestigiosi al mondo e che riguardano la moda. Si tratta proprio degli eventi di Pitti Immagine, che comprendono Pitti Immagine Uomo, Pitti Immagine Bimbo, Pitti Filati, Taste, Modaprima e Fragranze.

Prova ad immaginare il caos che si crea in città durante questi eventi, che si svolgono tutti, tranne Taste e Fragranze, due volte all’anno tra gennaio e novembre. Se sei di Firenze immagino capirai il disagio, ma se non lo sei provo a descriverti la situazione: traffico, traffico, traffico.

Ma, traffico a parte, se ti capita di fare un giro in città durante lo svolgimento di questi eventi, ti renderai conto che Firenze si trasforma in un vero e proprio palcoscenico, dove la protagonista assoluta è sempre e solo la moda.

Pitti Immagine Uomo: e la città si trasforma

Ti capiterà di vedere in giro le mise più strane e assurde, ma anche quelle più eleganti, dove colori, stili e tendenze si mescolano fino a divenire una moltitudine di mondi che si incontrano. Passeggiando per la città ti sembrerà proprio di essere su una passerella durante le sfilate di alta moda: modelli e modelle, ma anche persone comuni, ti passano accanto ognuno con il proprio look e il proprio stile, talvolta portati all’eccesso per l’occasione. Sembra quasi surreale. Ed è bellissimo. La città si trasforma non solo di giorno, ma anche di notte grazie a feste e party organizzati dalle varie case di moda.

Il primo evento di moda a Firenze risale al 1951, con le prime sfilate organizzate nella Sala Bianca di Palazzo Pitti. Adesso le varie manifestazioni si svolgono alla Stazione Leopolda, alla Fortezza Da Basso, al Palazzo degli Affari, ma anche alla Dogana e a Villa Vittoria.

Anche se la manifestazione di Pitti Immagine Uomo a Firenze ha poco a che fare con il mondo delle calzature femminili, mi sembrava assurdo non raccontarti di uno degli eventi più importanti a livello mondiale che riguarda il settore moda. Anche perché, come ben sappiamo, il mondo della moda è costantemente influenzato da tutto ciò che accade intorno a noi continuamente. E in fondo potresti sempre cercare qualche dettaglio dell’abbigliamento maschile da fare tuo! A parte ovviamente le scarpe Derby o Oxford che abbiamo già conquistato e che adoro!

Ma cosa ci ha lasciato questa 93^ edizione di Pitti Immagine Uomo Firenze?

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze

www.thetrendspotter.net

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze-1

thetrendspotter.net

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze-2

thetrendspotter.net

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze-3

www.thetrendspotter.net

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze-4

thetrendspotter.net

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze-a

akastudio-collective.com

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze-b

Collective AKAstudio

Pitti-Immagine-Uomo-a-Firenze-c

Collective AKAstudio

 

Che ne pensi? Vale la pena farsi questo giro in città o no?!

Pin It on Pinterest